Collaborazioni

Giulia Pardini

Cari lettori, mi presento. Il mio nome è Giulia, ho 19 anni e sono una studentessa di scienze della formazione primaria. Nella mia vita coltivo tanti sogni, ma il più grande è probabilmente quello di poter insegnare e trasmettere ai bambini il mio grande amore per la lettura.

Da quando ne ho memoria, ho sempre viaggiato in giro per il mondo e non solo per quello che conosciamo, ma soprattutto alla ricerca di mondi lontani, immaginari, immersi fra le nuvole.

Sono una appassionata lettrice, una sognatrice, ma anche un perito agrario e un giorno chissà, spero di essere finalmente un’insegnante, ma in realtà potrei anche fare “Il giro del mondo in 80 giorni”.

Per condividere la mia passione per la lettura, ho aperto una pagina Instagram dal nome “giuls.book” , dove parlo delle emozioni che mi suscitano i libri che leggo. Andate a dare un’occhiata se vi capita!

Ho sempre amato scrivere e fin da bambina mio nonno mi ha sempre spronato ad avvicinarmi alla scrittura e alla lettura… per questo mi ha sempre regalato libri e sappiate che avrei bisogno di un’intera casa per farli stare tutti.

Amo la compagnia delle persone care, ma non nascondo di amare anche la solitudine, magari in inverno sulla riva del mare.

La bicicletta è sempre stata una fedele amica…sentire il vento fra i capelli mi fa continuare a sognare e a volare con la fantasia.

Mi piace sciare, guardare film e “offendere” le trasposizioni cinematografiche che, secondo me, rovinano alcuni dei libri che ho tanto amato.

Odio sparecchiare, ma insomma, a chi piace farlo?

Sono una donna e come tale riesco a cucinare mentre leggo, a scrivere mentre sogno e a volare con la fantasia mentre sono in camera mia.

Sono curiosa, amo la scoperta, ma sono anche un po’ stravagante.

Parlare di se stessi non è semplice: da cosa si deve cominciare? Dall’età? Dal colore preferito o dal fatto che amo la pizza? Sinceramente non so trovare la risposta a questa domanda ma, se mai aveste bisogno di trovarmi, vi consiglierei di farlo fra le pagine di un libro…

Se vi interessa la mia pagina cliccate il seguente link: giuls.book


Serena Liistro

Ciao a tutti, cari lettori!

Mi presento: sono Serena, ho 26 anni e vivo in Brianza. Ho una laurea triennale in Design della Comunicazione conseguita al Politecnico di Milano e un Master in Illustrazione ottenuto alla Hochschule Luzern, nella Svizzera centrale. Disegno da che ne ho memoria, pare che anche da bambina girassi con una valigetta piena di fogli e colori. Anche quando mi portavano a quelle noiosissime cene con gli amici dei miei genitori, mi piazzavo lì con i miei pastelli e potevo andare avanti fino al mattino dopo. Quando non disegno, ora come allora, mi piace leggere, suonare, fare dolci e giocare ai videogiochi o a pallavolo.

Al momento sono un’insegnante di sostegno nella scuola dell’infanzia, un lavoro che amo.

D’altronde mi piacerebbe realizzare albi illustrati per far stupire ed emozionare i bambini proprio come succedeva a me quando da piccola mi ritrovavo a fissare e ricopiare le immagini dei miei libri preferiti. Mi piacerebbe molto anche collaborare a progetti interattivi come applicazioni e software educativi.

Se vi interessa sapere qualcosa in più sul mio mondo visitate il mio sito e seguite il mio account Instagram
https://www.serenaliistro.com
https://www.instagram.com/serena_liistro


Dalila Amendola

Mi chiamo Dalila, ho 24 anni e sono nata e cresciuta nella provincia di Salerno, Battipaglia (SA).

Fin da piccola appassionata al mondo dell’arte, decisi di iscrivermi al Liceo Artistico per inseguire la mia passione. Dopo il diploma mi sono trasferita a Pescara dove ho conseguito la laurea triennale in “Disegno Industriale” presso l’ISIA ROMA DESIGN con sede decentrata, e qui ho iniziato ad approfondire gli studi nel campo della progettazione, sia di Product che di Comunication Design.

Inoltre, durante il periodo universitario, ho coltivato interessi come la fotografia, la progettazione grafica e l’illustrazione. In seguito, questi studi mi hanno portato a lavorare per due anni come graphic designer in varie agenzie di comunicazione, anni in cui ho svolto diverse esperienze e sperimentato molto a livello visivo. Sono sempre stata legata al mondo delle immagini a partire dalla fotografia, per poi passare alla grafica ed infine arrivando all’illustrazione, infatti dopo la mia piccola esperienza lavorativa nel mondo del graphic design ho deciso di continuare a studiare, spostandomi a Milano per un corso di specializzazione di Illustrazione.

Quest’ultimo percorso ha stimolato molto il mio modo di lavorare, venendo dal mondo “rigido” della progettazione, ho finalmente trovato un modo per ammorbidire le mie linee e sperimentare moltissimo con l’aspetto “visual” dei miei lavori di grafica. Cerco sempre di esercitarmi ed evolvermi in linee e

colori diversi, per far combaciare i due mondi della grafica e dell’illustrazione, perché fin dalle prime esperienze lavorative post-laurea ho sempre saputo che il mio percorso doveva essere un “ibrido” di queste due discipline, e quindi ho sempre cercato di coltivare la passione per il disegno parallelamente al mio percorso da graphic designer. Al momento lavoro sia come grafica che come illustratrice su commissione, senza rinunciare a progetti personali. Questo è un tipo di lavoro che mantiene sempre viva la creatività e crea molti stimoli anche per progetti futuri.

Se volete conoscere i miei lavori, guardate la mia pagina Instagram: dalila.amendola


Giulia Arrigoni

Ciao a tutti, mi presento, mi chiamo Giulia, ho 20 anni e nonostante ciò sono una sognatrice convinta. Fin da piccola ho sempre voluto inventarmi storie, ho sempre vissuto di fantasia e sogni, ed ora eccomi qui a cercare continuamente di acchiappare ogni singolo briciolo di sogno che riesco a crearmi.

Reduce da cinque interminabili anni di liceo scientifico finalmente sto iniziando a mettere i primi mattoni concreti per il mio sogno più grande, quello che mi è sempre stato criticato di più: vivere di arte, di colori e di fantasia.

Frequento l’accademia Nemo, accademia di arti digitali. Mi sono iscritta al corso di e- design, ossia al corso di illustrazione, perché lega la mia passione per la pittura con la realizzazione di un futuro concreto, e non solo, il lavoro di illustratrice mi permetterebbe di non dover mai abbandonare la mia seconda passione più grande: la letteratura.

Ho mille passioni e mille interessi, fin da piccola volevo sempre provare cose nuove, ed ho sempre cambiato rotta; sono un eterna indecisa, l’unica costante nella mia vita, l’unica certezza è l’arte, l’arte in ogni sua forma.

Mi piace tantissimo il mare e il suo profumo di salsedine, e il rumore delle onde. In realtà se mi chiedete cosa preferisco tra mare e montagne non saprei come rispondervi, ma il mare sarà sempre casa mia, e rappresenterà sempre le mie radici.

Pratico la Capoeira, un misto tra danza, combattimento e musica. In Capoeira quando si guadagna la prima cintura veniamo battezzati e ognuno di noi può assegnarsi un nome nuovo, io mi chiamo Colibrì. Scelsi questo animale perché mi rispecchia molto, è una creatura che sembra molto fragile, ma che nonostante le apparenze è un vero piccolo guerriero (e poi va beh è coloratissimo).

Apprezzo le persone che piangono di fronte a tutti, apprezzo chi ha il coraggio di ammettere di aver paura, stimo chi non si vergogna della propria fragilità. Mi piace guardarmi intorno e pensare che nessuno possa essere cattivo.

Spesso mi dicono che le persone ingenue e buone nella vita soffrono e basta, ma non sono d’accordo, quando si è buoni non ci interessa se gli altri ci fanno male, ci basta vedere le persone sorridere per essere più forti.

Sono una persona molto empatica, odio vedere il senso di colpa negli occhi degli altri perché poi mi sento schiacciare anch’io da questa emozione, però quando vedo qualcuno sorridere ed essere felice, anche solo un passante per la strada, mi si riempie il cuore di gioia ed inizio a canticchiare come una cretina.

Se dovessi essere una creatura fantastica io sicuramente sarei un piccolo gnomo, una piccola creatura entusiasta e dispettosa, ed anche molto infantile.

I miei difetti più grandi? Beh sono una gran dormigliona. Mettetemi ovunque e io sono capace di addormentarmi. Sarò pur buona e dolce, ma se mi svegliate mentre sto facendo un bel sogno, divento un mostro.

Non sono solo una dormigliona, ma anche una grande pigrona, infatti questi due difetti sono i miei più grandi ostacoli per i miei sogni, solo che come si fa a dire di no ai letti, ai divani, alle coperte calde? Vi prego insegnatemi.

Okay in realtà ho un altro enorme difetto: sono lenta. Vi domanderete che vuol dire, bene è semplice da comprendere, qualsiasi cosa faccia, io la faccio lentamente, ma letteralmente QUALSIASI COSA, prendo sempre tutto con calma e rilassatezza, anche perché se no mi agito e vado nel panico e smetto di fare le cose.

Io sono quel tipo di lettrice che ogni volta che rilegge o riascolta la storia di Romeo e Giulietta spera fino all’ultimo che si salvino, e piango sempre quando alla fine non ci riescono.

Il mio obiettivo principale è quello di riuscire a comunicare con i bambini, poterli spronare a sognare e a rincorrere la loro felicità, attraverso i colori e le storie. Ho sempre pensato che le storie fossero la più grande fonte di insegnamenti. Il mio sogno dunque è di salvare il mondo attraverso coloro che ha ancora nel cuore la speranza.